Dove si Dona

Si DONA presso il Nuovo Ospedale Castelli Romani (NOC) Via Nettunense, Km 11,5, 00040 Ariccia RM, il Lunedì e il Venerdì dalle ore 8:00 alle ore 10:00.

Requisiti indispensabili per donare

ETA’ prima donazione tra i 18 e i 60 anni; per chi è già donatore fino a 70 anni; PESO non inferiore a 50 Kg;
PRESSIONE ARTERIOSA: tra 110 e 180 mm di mercurio (max) tra 60 e 100 mm di mercurio (minima);
EMOGLOBINA: maggiore di 12.5 nella donna, di 13.5 nell’uomo;

Stato di salute: 

Non soffrire di malattie croniche; 
Non avere avuto in passato tumori maligni; 
Non avere mai avuto epatite C, epatite B, sifilide, comportamenti sessuali a rischio;
Non aver assunto o assumere sostanze stupefacenti;
Non aver avuto malattie nelle ultime due settimane, anche se di lieve entità (influenza, raffreddore …);
Non aver assunto antinfiammatori nell’ultima settimana (aspirina, ibuprofene, ketoprofene etc…) e antibiotici o cortisonici nelle ultime due settimane;
Non essere stati sottoposti ad interventi chirurgici o endoscopie (gastroscopia, colonscopia, artroscopia, isteroscopie…) negli ultimi 4 mesi;
Non aver fatto tatuaggi, piercing, fori alle orecchie o agopuntura negli ultimi 4 mesi;
Non avere ciclo mestruale in corso (lasciar passare almeno una settimana dall’inizio del ciclo);
Non aver avuto gravidanze o interruzioni di gravidanza negli ultimi 6 mesi (è controindicata la donazione durante l’allattamento).

Condizioni particolari

L’assunzione della pillola anticoncezionale non controindica la donazione.
Chi è iperteso può donare purché non assuma farmaci beta-bloccanti.
Possono donare soggetti con diabete mellito compensato, che non richiede trattamento insulinico.
I soggetti allergici, anche se non in terapia antistaminica, non possono donare durante la fase acuta; dopo la sospensione dell’antistaminico aspettare 15 giorni per donare;

Quando donare

Donne ogni 6 mesi in età fertile, ogni 3 mesi in menopausa. Uomini ogni 3 mesi (90 giorni).
PRIMA DELLA DONAZIONE SI PUO’ASSUMERE: THE, CAFFE’, SUCCHI DI FRUTTA, FETTE BISCOTTATE, MARMELLATA.
SIN DAL RISVEGLIO E’ CONSIGLIATO BERE MOLTA ACQUA (ALMENO L’EQUIVALENTE DI UNA BOTTIGLIA D’ACQUA DA 500 ML).
E’ ASSOLUTAMENTE VIETATO IL LATTE E I DERIVATI DEL LATTE (BISCOTTI CON BURRO, CORNETTI…).

Perchè donare?

Per gli altri

Un gesto di grande consapevolezza e solidarietà. Donare il sangue può davvero salvare una vita: Molti bambini affetti da malattie ematologiche (leucemia, talassemia, ecc) così come le persone con gravi emorragie per incidente possono essere salvati grazie al sangue donato. Così anche pazienti cha subiscono interventi chirurgici possono avere necessità di impiego di globuli rossi concentrati e/o di plasma, e/o di piastrine per problemi inerenti il decorso operatorio.

Per te stesso

Per tenere sotto controllo la tua salute, attraverso le visite e gli esami. Donare sangue periodicamente garantisce a noi, donatori potenziali, un controllo costante del nostro stato di salute, attraverso le visite sanitarie e gli accurati esami di laboratorio. Abbiamo così la possibilità di conoscere il nostro organismo e di vivere con maggiore tranquillità, sapendo che una buona diagnosi precoce eviterà l'aggravarsi di disturbi latenti.

Contro la speculazione

Per rendere l'Italia autosufficiente e limitare l'importazione. Il fabbisogno nazionale di sangue intero, secondo le indicazioni dell'Istituto Superiore di Sanità, è calcolato in 2.300.000 unità, mentre quello del plasma è di 850.000 litri. I donatori necessari dovrebbero essere almeno 1.300.000. Siamo ancora molto lontani dall'autosufficienza, specie per i plasmaderivati. Per coprire il fabbisogno è necessario ricorrere all'importazione di plasma e di emoderivati che non sempre sono ottenuti da donatori volontari periodici.

Perchè d'estate c'è più bisogno

Dona il sangue prima di partire per le vacanze. Nel periodo estivo si avverte un calo di donazioni mentre il bisogno di sangue aumenta, anche per il maggior flusso di turisti e per il fabbisogno di servizi come, ad esempio, l'alta chirurgia e i trapianti.